Arriva ottobre e, con l’inizio del mese, riprendono il via i campionati a squadre di tennistavolo. E la Libertas Siena c’è, con tutti i suoi effettivi e con le prime squadre ai massimi livelli, rispettivamente

la femminile in A/1, quella maschile in A/2. Due realtà di grosso spessore, sponsorizzate da quest’anno da un nuovo title- sponsor, la Consum.it Gruppo Montepaschi, che ha assicurato il suo appoggio per il prossimo triennio.

E così, per il quinto anno consecutivo, il team femminile affronterà le avversarie con l’obiettivo di mantenere le posizioni di vertice acquisite, mentre invece la formazione maschile sembra, al momento, in grado di perseguire progetti più ambiziosi.

Tante le novità in casa Libertas, pur in presenza di una costante che genera preoccupanti difficoltà, ossia la situazione economico-finanziaria sempre più deteriorata, a seguito dei ridimensionamenti delle sponsorizzazioni. In altre parole, le spese aumentano, mentre le entrate diminuiscono: come dire, non è proprio un buon segno!!

La prima novità, la più importante, riguarda, come abbiamo già detto, il title-sponsor delle principali squadre. Alla Banca Monte dei Paschi è subentrata la Consum.It, con un impegno triennale che, seppure non è in grado di garantire un percorso tranquillo verso l’obiettivo della salvezza, con la sua periodicità ha consentito di elaborare un progetto minimo proiettato nei tempi brevi. E così, il primo intervento della dirigenza Libertas si è mosso nella direzione del parco giocatori, facendo a meno in primis del giovane talento cino-canadese Zhang Mo, che tanto bene si è comportata l’anno scorso, vincendo tutti gli incontri disputati, tranne uno, quello contro la cinese Jang Huajun, n. 9 del ranking mondiale. Al suo posto è arrivata la nigeriana Ganiat Ogundele, n. 4 del ranking del suo Paese, una giovane fisicamente ben preparata, che ha lasciato buone impressioni fin dai primi allenamenti senesi, ma, soprattutto, è venuta a Siena molto motivata e decisa ad affermarsi in terra straniera. Certo la Ogundele non occupa come la Zhang Mo la piazza n. 100 del ranking mondiale, ma in casa Libertas sono molto fiduciosi sul suo rendimento. E del resto, se il coach della nazionale nigeriana l’ha convocata per i Commonwealth Games, che si terranno a New Delhi (India) dal 4 al 14 ottobre p.v., ciò significa che punta molto sulla ragazza della Consum.it Libertas.

Tornata Giulia Cavalli a Cortemaggiore, la sua città, della formazione titolare dell’anno scorso è rimasta soltanto la israeliana Dana Saporta. Pagato lo scotto delle difficoltà di ambientamento incontrate la scorsa stagione, Dana ha rinnovato il cartellino, decisa a fare molto meglio quest’anno. Come non crederle, peraltro, con quel cognome che evoca agli sportivi senesi i trionfi di coppa della Mens Sana Basket, in campo internazionale ?? Vedremo se sarà di parola.

Completa l’organico delle titolari la romana Monia Franchi, n. 37 delle classifiche nazionali, atleta

di notevole esperienza, grande combattente, innamorata della nostra città, che già l’anno scorso è stata in predicato per vestire la maglia della Libertas. Indubbiamente il compito che attende le ragazze senesi appare irto di difficoltà, ma il coach Fatai Adeyemo, che di recente ha acquisito la cittadinanza italiana, fa affidamento anche sulla giovane aretina Eleonora Francini. Questa atleta conserva intatto l’entusiasmo e la voglia di vincere di quando, dieci anni fa, si è tesserata per la prima volta per la Libertas Siena e, da allora, non ha più cambiato bandiera, conquistando peraltro numerosi titoli di Campione d’Italia nelle categorie giovanili.

In caso di necessità, infine, Adeyemo potrà utilizzare anche la giovanissima Giada Ferri, passata junior quest’anno, la quale si sta sottoponendo ad allenamenti intensi, finalizzati a migliorare la tecnica e la preparazione fisica. Francini e Ferri, peraltro, prenderanno parte al campionato di serie B, con ottime chances di ben figurare.

In campo maschile, la squadra della A/2 è stata potenziata con l’innesto del palermitano Rocco Conciauro, n. 26 delle classifiche nazionali, il quale giocherà a fianco dei confermatissimi Fatai Adeyemo, n. 29, ed il senese Francesco Amidei, che l’anno scorso, nel rimettersi in gioco con rinnovato interesse, ha ottenuto brillanti risultati, fino alla medaglia d’argento conquistata ai Campionati Italiani di III° categoria, su un lotto di oltre 350 partecipanti. Sulla carta la formazione senese si presentava molto competitiva ed in grado di perseguire l’obiettivo di lottare ad armi pari, per le prime posizioni di classifica. Purtroppo però, mentre il programma di preparazione procedeva nel migliore dei modi, verso la fine del mese di agosto un malaugurato incidente stradale ha coinvolto il capitano Adeyemo, il quale ha riportato una dolorosissima lussazione alla spalla destra, che lo ha costretto ad un mese di immobilizzazione dell’arto. E’ di questi giorni la notizia che Fatai ha iniziato ad intraprendere un ciclo di fisioterapia, al fine di recuperare prima possibile la funzionalità della spalla, nel tentativo di affrontare i primi impegni di campionato con un minimo di efficienza. Per l’appunto (sfortuna nella sfortuna!!) proprio nei primi due incontri, il calendario (beffardo) ha posto di fronte la Consum.it Libertas contro Marcozzi Cagliari e San Giustino Umbro, le due formazioni più accreditate ai fini della promozione in A/1.

Certo è che, in tanti anni di attività, la Libertas si è trovata a dover fronteggiare situazioni di difficoltà, e sempre ne è uscita con onore. Agli atleti senesi, anche in questa occasione, si richiede un impegno massimale e si rivolge il più sentito “in bocca al lupo”.

Completano il quadro delle formazioni Libertas, le due compagini iscritte alla C/2 maschile, ovviamente poste, come da regolamento, in gironi differenti. La squadra “A”, forte del bulgaro Nikolay Boyadzhiev, Alessandro Cerretti, Massimo Ferri e Francesco Cosci, ha scoperto le proprie carte in anticipo ed avanza senza mezzi termini la sua autorevole candidatura alla promozione in serie C/1. E, sinceramente, non si vede quale possa essere l’avversaria in grado di contrastarne tali legittime ambizioni. La squadra “B”, invece, dovrà lottare duramente contro le formazioni del girone C ed al capitano Claudio Doldo, supportato da Francesco Lorenzini, Lorenzo Lippi e Simone Nati, l’arduo compito di centrare la salvezza, dal momento che qualche formazione ha in organico anche atleti di II° categoria.